Tenete vive le vostre anime ribelli.

Ho passato tutta la vita a preoccuparmi di compiacere gli altri, a chiedermi se quello che stavo facendo in un determinato momento fosse giusto, fosse interessante o altamente creativo. Ho sempre amato scrivere perché i conti li ho, sempre e solo, fatti con me stessa, questo ovviamente finché il diario rimaneva chiuso in un cassetto, sigillato a chiave e centimetrato con il righello per scoprire tutte le volte che gli occhi indiscreti di mia madre o mia sorella si avvicinassero a lui.
Quando ho deciso di pubblicare mi sono preoccupata di cadere di nuovo nel baratro dell’insicurezza, temevo di dover pensare troppo alle cose e mettere da parte la mia onestà di pensiero per non scuotere troppi animi.
Invece no, non è successo. Non è successo perché per una volta credo davvero in quello che faccio, credo che scrivere mi renda libera, sognatrice,ribelle,piena di grilli per la testa ma soprattutto sicura di me. Questa volta non ho bisogno di applausi e complimenti da terze persone mi basta il cuore che esplode di felicità dopo aver concluso l’ennesimo lavoro.

Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...